mercoledì 29 agosto 2012

Bici.

Sono appena tornata a casa e dato che ho ancora un pò di energie posso stare al computer a scrivere due parole sulla giornata di oggi. D'altronde adoro la funzione "pianificazione", perchè svegliarsi la mattina e sapere che il post sul blog è già pronto e si posterà da solo è quasi un inno alla vita, una specie di carpe diem oraziano dell'era moderna.

Stamattina alle dieci (all'alba praticamente) ero di nuovo in centro e oltre ad una chioma ribelle vi giuro che avevo anche una faccia terribile: non so se per voi è lo stesso ma quando ho sonno e sono stanca la mia faccia si gonfia. Ho mascherato la stanchezza con i Ray Ban, ma non sono sicura di aver raggiunto ottimi risultati.
La prima tappa è stata l'università, dove sono andata a chiedere info sulla facoltà di lettere. Ripeto che è una facoltà che non mi entusiasma, e vorrei fare lingue, ma per trovare uno straccio di lavoro le specializzazioni di lettere sembrano un pò più indicate. Comunque sono andata all'ufficio relazioni col pubblico (si chiamava così?), un ufficio caldissimo con un cane quasi morto a terra dove mia madre ha perso tempo facendo domande idiote.

Sono poi passata dal mio amato Mc Donald's, dove mentre sorseggiavo un milkshake alla fragola, Radio Mc Donald's ha messo If I Had A Gun dei Noel Gallagher's High Flying Birds, e ovviamente non potevo che esserne felicissima.

Dopo aver raggiunto il Nirvana per quei tre minuti, sono andata all'ufficio dell'Amtab dove ho fatto l'abbonamento per usufruire delle bici del comune: siccome non abbiamo il box, non posso tenere una bici mia personale, quindi il noleggio, che è a un isolato da casa mia, sembra un buon compromesso. Entusiasta della mia nuova tessera, piena di buoni propositi incentrati sulla dieta e la forma fisica, ho noleggiato la mia prima bici.
Non l'avessi mai fatto.
Una bici pesante come il piombo, con una ruota forata, la catena rotta. Dopo soli dieci minuti di pedalata la mie cosce erano in fiamme e i vecchietti mi superavano spavaldi. Avevo preso la bici anche a Cattolica, ma non mi ero distrutta le gambe!

Distrutta fisicamente e moralmente, dopo soli 38 minuti ho lasciato la bici e sono tornata a casa, grondante di sudore, con le cosce flaccide. Spero vivamente di beccare un'altra bici domani, che almeno non abbia la ruota forata, perchè così ci credo che pesa tonnellate.

Vi farò sapere sui (non) progressi, tra bici e palestra vorrei arrivare a pesare 58 chili per 1.75cm, praticamente devo perdere cinque chili, università permettendo.
Buona giornata :)

1 commento:

  1. Ciao cara! Ti invito a un contest di foto, anche se oggi è la scadenza!
    Trovi qui tutte le info: http://thenaturejotter.blogspot.it/2012/08/capture-colour-contest.html :)
    PS:anche io l'ho scoperto oggi e ho partecipato! xD
    PPS: si la bici ti distrugge i muscoli! xxD

    RispondiElimina