domenica 12 agosto 2012

Fangirling

In attesa di vedere la cerimonia finale delle Olimpiadi, che promette molto bene per gli artisti presenti (in primis il mio amato Liam Gallagher con i Beady Eye, ma anche Muse, The Who, Queen, Paul McCartney, Pink Floyd..) stavo guardando un pò di video dei One Direction, la nuova boy-band inglese che sarà presente stasera tra tutti questi big.
Chi come me pensava che le boy band fossero finite, e che il futuro fosse dei gruppi, si sbagliava. Questo principalmente per due motivi:

  1.  in tempi di musica elettronica, nessuno sembra più avere bisogno degli strumenti sul palco; 
  2. questi cinque ragazzi inglesi, dotati di bella -bellissima- presenza, nel giro di due anni hanno avuto un successo di così vasca scala che la presenza alla cerimonia di chiusura di Londra 2012 è solo una tra le tanti grandi location in cui hanno l'onore di esibirsi. Solo lo scorso 17 Febbraio sono stati ospiti a San Remo;

L'enorme successo conquistato è dovuto non solo al talento di questi ragazzi, diventati famosi grazie al reality X Factor, ma anche all'enorme esercito di directioners sui social networks, Twitter specialmente.
Infatti, quasi ogni giorno c'è qualche trending topic dedicato a loro, e appena qualche membro twitta, appare la tendenza con cui le fan salutano il membro che si è connesso. Stessa cosa su Instagram, le foto postate dai Oned sono sempre tra le più popolari.
Ma le directioners non sono le uniche a dominare l'universo di Twitter: devono vedersela con selenators, lovatics, smilers, jonatics, swifties, ma specialmente con le numerose beliebers, le fan di Justin Bieber, a colpi di trending topic. E chi ha il trending topic nella posizione più alta vince.
Ma molto spesso, invece, una ragazza può essere sia belieber che directioner, proprio come Niall Horan, lo stesso membro dei 1D, che è un gran fan di Justin Bieber. Meglio ancora se beliebers e directioners fanno forza comune e si schierano insieme contro gli haters, quelli che odiano i loro "idoli".

Ammetto che avere la timeline di Twitter perennemente infestata da commenti su Bieber e One Direction possa essere fastidioso, soprattutto quando poi ci si rende conto che molte di queste ragazze fanno errori di grammatica italiana e inglese alquanto paurosi, e che magari, se dedicassero più tempo alla scuola che ai loro idoli sarebbe meglio per tutti.
Al di là di questa nota negativa, devo fare una riflessione. C'è un nuovo modo di essere fan: è una vera filosofia di vita, che non solo ti porta a vestirti in modo uguale all'artista che ami, a conoscere a memoria tutti i suoi testi. Essere fan oggiè vivere in una comunità virtuale i quali membri, scelti da te stesso, sono le persone che condividono le tue stesse passioni, amano le stesse cose che ami tu. Per questo oggi essere fan di qualcuno è così diffuso, perchè è come scegliersi una seconda famiglia.
Le amicizie che si formano su internet si trasferiscono anche al di fuori della rete, perchè le fangirls hanno modo di incontrarsi agli Street Team e ai concerti dei loro idoli. E se la passione per un artista può svanire, un'amicizia, se vera, può durare per sempre.


Nessun commento:

Posta un commento