venerdì 21 settembre 2012

Shuffling

Date il benvenuto al nuovo arrivato della famiglia Apple: l'iPod Shuffle!

La decisione di comprarlo è stata decisamente improvvisa, forse anche un pò frettolosa, ma del resto era ora di mandare in pensione il mio caro mp4 Samsung, che, onore a lui, avevo da ben sette anni e funzionava egregiamente.
In realtà però il suo sistema era troppo vecchio per essere letto dall'iMac, in altre parole non avrei potuto modificare i file al suo interno, perciò ne ho approfittato per prendere il mio primo iPod.
Del colore verde non c'è da meravigliarsi, visto che anche dando uno sguardo veloce a questo blog si intuisce che è il mio colore preferito. Ho avuto un pò di difficoltà cercando di capire come funzionasse la sincronizzazione con iTunes, ma per il resto mi trovo da Dio.

Al di là dell'iPod, in questi giorni sono piena di impegni, come avrete notato (?) dal fatto che non sto aggiornando il blog quotidianamente. Oltre alla scuola guida, ogni giorno dalle tre e mezza alle quattro e mezza, mercoledì ho provato la lezione di Pilates a Villa Camilla (penso proprio che mi ci iscriverò!) e ieri mi sono fatta un'ora di piscina, sempre a Villa Camilla. Inoltre Mercoledì io e Giuseppe siamo andati ad una manifestazione artistico-letteraria che si è tenuta a Bari, dal nome A Bari Amore Mio, qualcosa di diverso, che al di là del nome (che mi si addice ben poco) mi è piaciuta, soprattutto perchè tra le foto degli Instagrammers baresi sono state appese le mie: nella foto accanto se ne vedono due, le prime in alto a sinistra. Ne approfitto per dirvi che se volete seguirmi su Instagram potete cercarmi con il nome di georgiarayjiroux. Avrei voluto pubblicare una foto migliore, ma purtroppo quando sono andata io non avevano appeso ancora niente, nonostante la mostra sarebbe dovuta iniziare ben un'ora prima. Un'altra cosa che non posso non citare è che alla mostra c'era il signor Fazio, padre di Michele, un ragazzo innocente ucciso erroneamente in una faida mafiosa. La sua presenza ad una manifestazione con un nome del genere deve aver significato molto per gli organizzatori, e spero anche per i baresi.

Scuola guida esclusa, vorrei che la mia vita fosse così per sempre, che oscilli tra sport e arte.

Nessun commento:

Posta un commento