sabato 23 novembre 2013

At the theatre: "Califano - Un bastardo venuto dal Sud"

More pictures on Giorgia Faranda - Photography


Last night, thanks to Simposio Eventus, I had the opportunity to see "Califano - Un bastardo venuto dal Sud", at Teatro Forma in Bari.



I chose to wear a vintage look, with a big sweater from Tezenis, a pair of denim shorts and a pair of super warm UGG boots.

The show, written and played by Fabio Giacobbe, is about the main events in Franco Califano's life (life at school, the first marriage, life in Milan, the two inprisonments, the show with Fiorello and the old age) trough the monologues by Fabio Giacobbe and the songs played at the piano by Cristina Siciliano.
I have to confess that I was not interested in Califano and I didn't know his songs; yesterday's show on the contrary led me into this character, as an emblem of the Italian post-war society. Very useful were the songs performed by Cristina Siciliano and the simple and direct monologues by Fabio Giacobbe. I appreciated a lot the scenography: an old bar with the last customers sitting by a few tables with glasses of wine on the right, and, on the left, a piano with a singer.

You can see the show on January 22 and 23. INFO 

--------

Ieri, grazie a Simposio Eventus, ho avuto modo di assistere a "Califano - Un bastardo venuto dal Sud", tenutosi al Teatro Forma di Bari. Per l'occasione ho indossato un look un po' vintage: super maglione da Tezenis, shorts e caldissime UGG.


Lo spettacolo, scritto e interpretato dall’attore barese Fabio Giacobbe, ripercorre la vita di Franco Califano nelle sue tappe essenziali (la vita nel collegio, il primo matrimonio, il trasferimento a Milano, le due incarcerazioni, il serale con Fiorello fino al raggiungimento della vecchiaia) attraverso i monologhi di Fabio Giacobbe e le canzoni interpretate al piano da Cristina Siciliano.
Devo confessarvi che non ero interessata al personaggio di Califano nè tanto meno conoscevo le sue canzoni: di lui sapevo solo che era un playboy e per questo lo disprezzavo; lo spettacolo di ieri invece mi ha aperto gli occhi su questa personalità simbolo della società italiana del secondo Novecento. Funzionali sono state le rivisitazioni al piano delle canzoni di Califano della bravissima Cristina Siciliano e i monologhi lineari e semplici interpretati da Fabio Giacobbe. Mi è piaciuta molto la scenografia: un paio di tavoli sparecchiati con dei bicchieri di vetro e gli ultimi clienti rimasti nel locale all'estrema destra e a sinistra il piano e la cantante.

Potete rivedere lo spettacolo il 22 e 23 Gennaio 2013. INFO





Nessun commento:

Posta un commento