domenica 4 maggio 2014

Back to the park


 When I was in high school I spent every Summer afternoon at the park.
It's really sad to define the centre of my city's teenage fun as a park, but even if I had no meeting planned I just went there and found some friend to spend the time with.




With university and its summer session I haven't been able to go there anymore, but in the last week I managed to go there twice: the first time with Mariantonia, a longtime friend of mine who studies in another city and I see when she comes back for holidays and weekends; the second time with people I had never met in real life. They are in fact girls who I met on internet due to Miley Cyrus. As you may know in fact I am part of the team of the official italian fanbase, so I get to know a lot of Miley fans from my zone. We met, on May 1st, at the park and to be honest I got on very well with them so I hope to see them soon again, although the weather is actually being crap and everyone is very busy.

 The park, as I had imagined, was crowded, indeed I saw a lot of different people that I knew. There even was a market stall where you could buy ice creams and stuff. I had a banana with me: I love eating healthy and bananas are very easy to carry since you don't need boxes, knives or a napkins. Anyway everybody started laughing at me so I took advantage of the situation and made a selfie against the racism. As you may know, after what happened to Dani Alves, everybody is making selfies with bananas to support the football player and as a simble of the fight against racism. Obviously I do not think racism must be fought with selfies, but I was there, eating a banana as a healthy snack, and that's it.. let me do it.

----------

 Al liceo trascorrevo ogni giorno della mia estate al parco.
E' davvero triste pensare che il fulcro del divertimento adolescenziale barese sia un parco, eppure, senza darmi appuntamento con qualcuno, ogni giorno alle sei e mezza andavo lì perché sapevo che avrei trovato qualche amico con cui passare il pomeriggio.

 Con l'università e gli esami da dare in estate non ho più avuto modo di frequentarlo, però in quest'ultima settimana ci sono tornata ben due volte: la prima con Mariantonia, una mia vecchia amica che studia fuori e che rivedo quando scende per le feste o i ponti; la seconda con gente che dal vivo non avevo mai visto. Si tratta infatti di ragazze conosciute su internet per via di Miley Cyrus. Come sapete infatti gestisco la pagina italiana ufficiale di Miley e quindi molto spesso entro in contatto con gli Smilers della zona. Abbiamo improvvisato, il 1° Maggio, un' uscita al parco e devo dire che con loro mi sono trovata davvero bene. Spero infatti di rivederle quanto prima, anche se le condizioni atmosferiche attuali e i vari impegni di ognuna di noi non lo permettano.

 Il parco, come immaginavo, era pieno di gente, infatti ho avuto modo di rivedere diverse persone appartenenti a giri diversi. Per l'occasione giovedì c'era anche un chioschetto che vendeva gelati e schifezze varie. Io invece per merenda mi ero portata una banana: adoro mangiare salutare e la banana è il tipo di frutta più semplice e comodo da mangiare quando si è fuori, perché non servono contenitori, coltelli o tovaglioli. Tuttavia la cosa ha suscitato l'ironia di tutti e allora ne ho approfittato per scattare una selfie contro il razzismo. Come sapete, infatti, in seguito a quello che è successo a Dani Alves, sta dilagando la moda di farsi selfie mangiando la banana, come sostegno nei confronti del calciatore e simbolo di lotta al razzismo. Ovviamente non credo che un problema così complesso e grave come quello del razzismo possa affrontarsi a colpi di selfie, di fatto mi trovavo lì a mangiare la banana perché a merenda non si deve mangiare altro che frutta e ne ho approfittato... concedetemelo.




Nessun commento:

Posta un commento